Toscana Ovunque Bella, ogni Comune cinque storie!

Toscana Ovunque Belle dopo quasi un anno di attività guarda al futuro con una novità: ogni Comune potrà inserire cinque storie per raccontarsi

670.000 sessioni aperte, 477.000 visitatori unici e oltre 900.000 visualizzazioni di pagina. Il 30% delle visite arriva da Paesi esteri, nell’ordine: Stati Uniti, Regno Unito Canada. Tra le città estere da cui giungono la maggior parte dei click troviamo: Londra, Varsavia e Toronto. Sul podio della top ten italiana ci sono, invece, Roma, Firenze e Milano.

Questi sono solo alcuni dei numeri registrati da www.toscanaovunquebella.it dal 14 luglio 2016, giorno del lancio ufficiale, al 31 marzo 2017. Il sito è il cuore del progetto di promozione turistica voluto dal presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi e dall’assessore al Turismo, Stefano Ciuoffo, con la collaborazione di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e tutti i 278 sindaci toscani coordinati da ANCI.

Da oggi c’è una novità in più. A grande richiesta è stata aggiunta la possibilità per i comuni di caricare fino a 5 storie ciascuno, in modo da raccontare i molteplici volti del territorio allargando

la possibilità di intercettare gli interessi dei visitatori.

L’obiettivo di Toscana Ovunque Bella è proprio quello di raccogliere, in un mosaico, racconti brevi e fortemente evocativi, ciascuno a descrivere aspetti sconosciuti dei tanti borghi della regione.

Sono già 218 (su 278) le amministrazioni comunali che hanno abbracciato il progetto e ben 153 le storie raccolte, pubblicate sia in italiano che in inglese.

Confermano il trend positivo anche i risultati ottenuti dalle pagine social collegate al progetto: VisitTuscany e Diari Toscani. Dal 14 luglio 2016 al 31 marzo 2017 le persone che hanno visualizzato post relativi a Toscana Ovunque Bella su Facebook sono state 18.215.000, mentre 656.000 le reazioni, i commenti e le condivisioni.

Per ispirare, coinvolgere e incuriosire il pubblico con dettagli e sfumature nuove da oggi i comuni potranno contare 5 opportunità di storytelling e far scoprire una Toscana nascosta ma “ovunque bella”.